,

La collezionista di libri proibiti

Alzi la mano chi è attratto dai libri che parlano di libri.. bene bene, vedo che non sono la sola, quante belle mani alzate che vedo, sì sì perché io vi vedo 😀

Molto spesso però prendo delle grandi cantonate, perché poi di libri non si parla, o sono solo sullo sfondo. Invece qui i libri ci sono, sono protagonisti, sono sullo sfondo, sono ovunque!
Sono rimasta incollata alle pagine, mi ci sono immersa nelle pagine, nelle virgole, mi sono riconciliata con il mondo, con la lettura, con me stessa.

Olimpia è una quindicenne di buona famiglia, veneziana, con la passione per i libri. Per puro caso si ritrova in un bottega di un antiquario, di libri ovviamente! E diciamo che da lì Olimpia non se ne andrà più, più o meno. Qui impara un mestiere, impara a capire se un libro antico è vero o una riproduzione, impara tutto quello che c’è da sapere del mestiere.
Si specializza, in particolare, nei libri messi all’indice, quindi i libri banditi dalla Chiesa.
Ma non si limita a trovarli, valutarli, spedirli e sistemarli, no. Lei li colleziona!

Non si parla solo di amore i libri, ma anche di amore umano, carnale, quello che prende e ti fa volare ma anche quello che ti strappa il cuore dal petto senza nessun preavviso, che ti lascia vuota e orfana, che non ti fa capire come metterti seduto o in piedi.

Il di più di queste pagine è che ci fa conoscere la figura di Veronica Franco. Cortigiana e poetessa veneziana, con amanti di ogni sorta, il cui cuore è solo per una persona.
Ho cercato, purtroppo invano, il libro delle sue lettere, spero un giorno di riuscire a procurarmelo.