Book Buying Tag #2

Ecco a voi la seconda parte del book tag iniziato la settimana scorsa. Se vi siete persi la prima parte, la trovate qui.

 

7. Cosa pensi dei libri usati/seconda mano?  Con la biblioteca mi sono messa l’anima in pace e non ho problemi nel restituire il libro, con il libro usato ho più difficoltà. Non ci riesco. Ne un paio, tenuti benissimo, ma non riesco a prenderli per leggerli.
Ora sono alla ricerca di un libro fuori catalogo, e lì mi devo per forza rivolgere all’usato. Ma se devo comprare, almeno che sia nuovo.

8. I libri da leggere e quelli letti, li tieni sullo stesso scaffale?  Sì, ed è una questione di spazio. Ho solo una libreria (casa piccola) e due ripiani sono per me. Ma li riconosco. So quali sono quelli ancora da leggere, e comunque li metto tutti vicini.
Ho provato a metterne qualcuno sul comodino, con l’ordine di lettura che volevo attuare, ma al momento questa soluzione non fa per me.

9. Pensi di leggere tutti i libri che hai ancora da leggere?  Se ci si riferisce ai libri comprati e ancora da leggere, assolutamente si!
Li avrei già anche smaltiti, se non fossi incappata in diversi blocchi del lettore, se la vita da mamma non mi impegnasse così tanto, ma soprattutto se non passassi le ore con il telefonino in mano.

10. Cosa fai con i libri comprati ma che sai che non leggerai, e con quelli che non ti sono piaciuti?  E che faccio?? A parte che è difficile che non mi piacciano se li compro, e io compro attirata dal titolo o dalla copertina, mi piacciono il 98% delle volte. E se anche non mi piacessero, li tengo lo stesso.
Di recente avevo bisogno di spazio, i miei due ripiani stavano esplodendo, ho comprato delle scatole Ikea e li ho messi lì.

11. Hai mai donato libri?  Sì e al momento mi sto mangiando le mani!! Non so come, ma i miei genitori avevano recuperato un sacco di libri per bambini e ragazzi. Qualcuno l’ho dato ad una mia amica per i figli e la nipote, tutto il resto l’ho dato alla biblioteca.
oggi avrei un sacco di libri per il mio piccolo, mannaggia.

12. Ti sei imposto di non comprare libri?  Sì, e questo mese, aprile, non ne comprerò. Probabilmente anche a maggio. E’ inutile che compri libri se poi non li leggo subito, perché al momento sono presa da quelli che prendo al gruppo di lettura.

13. Ti sembra di comprare troppi libri?  No, comprandone uno al mese, no. Anzi ci sono stati periodi in cui mi sono detta ” Sto comprando proprio pochi libri ultimamente..” e mio marito risponde ” Brava tesoro!”. Se non ci fosse lui a tenermi buona…

Book Buying Tag #1

Anche Book Tag l’ho visto dalla mitica Sara di Non Solo Shopping, ed ho pensato anche io di proporvelo. Sono 13 domande che io dividerò in due post per non farlo troppo lungo. Alcune risposte, se mi seguite da un po’, le saprete già, se non fosse così è un modo per conoscermi meglio!

1. Dove compri di solito i libri?  Di solito li compro in libreria. Poco più di un anno fa, nel mio comune ha aperto una vera libreria. L’ho scoperta per caso mentre andavo dalla pediatra.
Dico vera, perché c’è una rivendita di libri, da poco marchio Mondadori, ma è anche cartoleria, giornalaio ecc. Prima compravo lì, ora sostengo la libreria. Nonostante non abbia una forte scontistica, o meglio, o meglio una volta raggiunti un tot di punti ho uno sconto.
Difficile che compri on-line, più facile che compri al supermercato, ma succederà due, tre volte in un anno.

2. Hai mai preordinato dei libri? Se sì, in negozio o on-line?  Non ho mai preordinato. Se mi accorgo che l’autore che seguo sta per pubblicare, il giorno di uscita mi fiondo in libreria, oppure chiedo alla mia libraia, Simona, di tenermelo da parte.

3. In media quanti libri compri in un mese?  Per chi mi segue, sa già la risposta. Ne compro uno al mese. Difficile che ne compri di più. Molto difficile. Se lo faccio, magari il giorno successivo non compro nulla. E’ successo a gennaio che ne abbia comprati tre al supermercato. Ho trovato una trilogia di Cooper a 5€ l’uno.. potevo mica lasciarli li? 😉

4. Usi la biblioteca del tuo comune?  Sì la uso ed è la mia salvezza! Perché comprandone uno al mese, rimanevo senza nulla da leggere. In più ce l’ho praticamente sotto casa..quindi perché no!
Ammetto che ho iniziato tardi ad andarci. Ho ripreso a leggere dopo la perdita del lavoro quasi 10 anni fa e lì sì che compravo libri, uno dietro l’altro, per una questione di possesso : “Il libro che leggo deve essere mio e basta” ma mi sono dovuta dare un freno. Così ho iniziato ad attingere dalla mia lista di libri e mi sono detta: “proviamo, poi se un libro mi piace proprio lo compro” in 10 anni è successo solo quattro volte.

5. Se vai in biblioteca quanti libri prendi alla volta?  Dipende dal mese. Da quando vado al gruppo di lettura ne prendo due. Il libro scelto e poi di solito attira la mia attenzione almeno un altro volume. Ora ne ho anche un po’ da smaltire tra gli acquistati, così cerco di trattenermi.
In estate la storia è diversa. La mia biblioteca fa il prestito lungo: dura tutta l’estate, da quando finisce la scuola. Questo secondo me, serve a dare la possibilità agli studenti di leggere, in tranquillità, i libri per le vacanze.
Ecco io il primo giorno di prestito lungo, mi fiondo in biblioteca e prendo il numero massimo di libri consentito: dodici!! Poi man mano che li leggo, li restituisco.

6. Qual è la tua opinione sulla biblioteca?  E’ ottima! Mi piace, forse non ha proprio tutte le ultime uscite, ma cerca comunque di stare al passo. Al gruppo di lettura scegliamo libri che non sono ancora stati catalogati. Si possono fare anche proposte di acquisto.
A me piace, e penso sia anche ben frequentata.
In più organizza eventi, corsi, letture ad alta voce per i bambini a volte anche la sera, si possono vedere film, usare internet e fermarsi a leggere riviste o quotidiani

 

,

Diario di una Lettrice (quasi) per bene #gennaio2017

Gennaio si sa, è il tempo dei buoni propositi, delle riflessioni, delle speranze, chi più ne ha più ne metta..

I miei? I miei, per il blog, sono proprio semplici: tenere il passo, rubricare (ma si dice??) tutti i mesi e smaltire tutti i libri in casa. Ne ho alcuni comprati quasi tre anni fa.. Perché, sono la sola? No, Vero??? Vero???
E poi c’è quello che mi riprometto ogni anno: leggere i libri dei film che voglio vedere. Non riuscirò MAI a stare al passo, ormai marito se ne è fatto una ragione 😀 .

Ma partiamo!!

Gennaio era partito alla grande, due libri in pochi giorni, e poi mi sono arenata. Sì forse non sono partita poi così bene come speravo, ma ci si prova, ve lo giuro che ci si prova!!

 

le ossa della principessa

L’anno è iniziato insieme ad Alice Allevi. Ormai per me, sta diventando il mio appuntamento fisso. Non appena terminerò  i libri, mi dedicherò per bene alla serie tv. Avevo visto solo la prima puntata, e non mi era dispiaciuta. Alice ormai, per me, potrebbe sventare un attacco alieno di portata disastrosa, stile Indipendence Day o Armageddon, e per me sarebbe del tutto superfluo. Ma alla fine, Arthur o Conforti?? Non spoilerate, vi prego non ditemi niente!!!!

 

 

 

 

 


la collezionista di libri proibiti

Come secondo libro dell’anno mi sono fatta catturare da queste pagine. E’ una di quelle letture che mi riconciliano con il mondo, con me stessa, dove tutto si ferma, e speri che il bambino dorma ancora qualche minuto per rubare più righe possibili.

Sì, mi è piaciuto, si è capito?

Ci sono tanti titoli che millantano, fuorviano, ti fanno credere che si parlerà di libri e poi invece si rivelano solo una mera fregatura. Invece in questo si parla realmente di libri. I libri sono il filo conduttore di tutta la storia, dalla prima all’ultima pagina.

Quindi sì, questo è il mio consiglio del mese!!

 


il mio turno per il tè

Come ultima lettura mi sono dedicata alla pronipote di Charles Dickens. Ni. No. Bo non ho capito ancora bene nemmeno io.

Il libro mi ha iniziato a prendere a poco dalla fine, ma forse sono io che non ero ben predisposta. Perché si sa, c’è un tempo giusto per ogni libro. Questo fattore è fondamentale, almeno per me.

Qualcuno di voi lo ha letto? Fatemelo sapere, sono curiosa.

 

 

 

 

Be che dire, gennaio ormai volge al termine, e queste sono state le mie letture per l’inizio dell’anno.
Voi cosa avete letto in questo mese? Quale è stato il vostro libro mensile che vi ha rapito? Raccontatemelo qui sotto!!

Un bacione e vi auguro un buon febbraio. Al mese prossimo, ciao!! 🙂

 

Reading Challenge #2016

Come per il 2015, anche per il 2016 ho provato a fare la Reading Challenge, precisamente quella di PopSugar.
Anche nel 2016, come nel 2015, non sono riuscita a portarla a termine: è stato un anno molto particolare.
L’arrivo del pupo, ha stravolto praticamente i miei ritmi di vita, e molto spesso o non avevo voglia di leggere o dormivo approfittando dei suoi pisoli nell’arco della giornata. Anche ora sta dormendo, e spero che mi faccia terminare questo post.

L’anno è stato  strano anche perché non ho trovato volumi che mi restassero “dentro”, nemmeno uno. Quindi vi dico già di non chiedermi quale sia il mio libro dell’anno, perché non saprei cosa rispondere 🙁

Di certo un grosso aiuto, nella ripresa alla lettura, lo devo dal gruppo di lettura che ho iniziato a frequentare a settembre in biblioteca. Ma anche lì, vi dico che il libro scelto per gennaio, l’ho lasciato a pagina 90, e vi assicuro che io difficilmente li abbandono.

Ma nonostante la fatica nella lettura, la mia biblioteca di anobii (mi trovate anche li come Libro in Borsa) mi dice che ho letto 29 libri (ma che davvero??? :O ) per un totale di 8231 pagine, 6 libri in più del 2015. Quindi tutto sommato brava me.

Qui di seguito vi lascio le categorie della reading challeng che ho spuntato tra le 40 sfide che c’erano.

 

  1. Un libro ambientato nel tuo stato ­Almeno il Cappello
  2. Un libro sotto le 150 pagine  La Trama Colorata del Cielo
  3. Un best sellers del New York Times  The Butler
  4. Un libro consigliato da una persona appena conosciuta Il linguaggio segreto della pelle
  5. Un libro consigliato da un familiare Il punto vincente
  6. Una graphic novel Ogni maledetto lunedì su due
  7. Un libro pubblicato nel 2016 La vita felice
  8. Un libro ambientato in estate Il principio della carezza
  9. Un libro e il suo prequel Intorno al mondo con zia Mame, Zia Mame
  10. Un giallo Un segreto non è per sempre
  11. Un libro con la copertina blu  Una spola di filo blu
  12. Il primo libro che vedi entrando in libreria La libreria dei sogni che si avverano
  13. Un libro di una biblioteca Amore Zucchero e Cannella
  14. Un’autobiografia 12 anni schiavo
  15. Un libro di in viaggio su strada Intorno al mondo con Zia Mame
  16. Un libro su una cultura che non ti è familiare Il Fondamentalista Riluttante

Come potete vedere sono solo 16 le categorie spuntate, e mi chiedo: ma solo io faccio fatica a spuntare le sfide?

E voi quest’anno farete una reading challenge? Se sì di quale sito? Fatemelo sapere qui sotto, che sono curiosa!!

Un bacio e alla prossima

Diario di Una Lettrice (quasi) per Bene #ottobre2016

Ed eccoci qui, per il consueto riepilogo sulle mie letture mensili. Ecco se non fosse per questa rubrica e il sito Anobii mi perderei, mi aiuta a fare un po’ il punto della situazione, anche perché sto pubblicando ancora recensioni vecchissime.. non ne uscirò mai aiutooooooooooooooo. Ora capite perché non sarò mai una blogger efficiente, giusta e precisa? Ma voi mi volete bene lo stesso vero????

Dai, veniamo a noi!!

Da settembre ho deciso di prendermi uno spazio tutto mio, senza il nano. Anche noi mamme abbiamo bisogno dei nostri spazi, così ho deciso di partecipare ad un gruppo di lettura. Il gruppo è organizzato in biblioteca da due dipendenti. Ci si trova una volta al mese, si parla del libro scelto la volta precedente e si sceglie la lettura per il mese successivo.

il-fatale-talento-del-signor-rong-cover

La lettura scelta a settembre è stata su questo volume. Come dire… ‘na ciofeca!! Si può dire, vero? Passatemi il termine poco gentile, ma proprio non ci siamo. Sconclusionato, alcune parti assolutamente inutili, giusto per far numero di pagine.

Vi assicuro che l’opinione è stata unanime nel gruppo.
Se per caso lo voleste leggere, io ve lo sconsiglio, ma se lo fate, passate da qui e ditemi la vostra. Sono curiosa delle vostre opinioni.

 

 

 

mi-piace-camminare-sui-tetti-cover

Il libro scelto per novembre è il libro di Franzoso. Un libro che di allegro non ha proprio niente. Nemmeno questo mi ha fatto impazzire, una storia triste, una famiglia distrutta da una tragedia che lascia strascichi non indifferenti per tutti i componenti. Speravo in qualcosa di divertente, o comunque un po’ meno angosciante, ma anche questo è andato!! Speriamo di riuscire a leggere qualcosa di divertente a novembre.


un-segreto-non-e-per-sempre

Tra un libro e l’altro per il gruppo di lettura, ho ripreso in mano la saga di Alessia Gazzola su Alice Allevi. Ho finito di comprare tutti i libri fino ad ora pubblicati e ho deciso di leggermene uno al mese, in modo da variare un po’ le letture. E che dire? Io la AMO per me è un po’ una droga. E appena riesco, nano permettendo, mi dedicherò alla serie tv, ma prima voglio finire i libri.. quindi ci andranno ancora un po di mesi, ma la prima puntata me la sono vista, e per me è SI!!

Voi l’avete vista? Vi è piaciuta??


la-vita-felice

 

Subito dopo mi sono immersa nella Vita Felice di Elena Varvello. L’ho conosciuta, frequentavo il suo gruppo di lettura al Circolo dei Lettori a Torino.

Io la adoro!! Adoro il suo modo di leggere, di dare vita, attraverso la sua voce le storie che legge.

Il suo libro, non è una storia allegra, ma ho adorato la sua scrittura. Semplice, lineare, quel tipo di scrittura che ti arriva dentro come una freccia. Una freccia che non sai come è arrivata, ma ormai è lì dentro, e non puoi farci niente!!


il-principio-della-carezza

Come ultima lettura, mi sono dedicata a queste poche pagine. Era una delle proposte che avevo fatto al gruppo per novembre.

E’ stata proprio una coccola, una carezza per il cuore. Peccato che sia stato così breve, ma effettivamente, se fosse stato più lungo si sarebbe perso  la magia.

Un centinaio di pagine, che si fanno leggere d’un fiato, e che in questo periodo un po’ uggioso, dove ci si avvia all’inverno, devo dire che è ottimo. Ho sentito il sole sulla pelle, sul viso.

Consigliato!

 

 

Sono arrivata al termine anche per questo mese. Letture un po travagliate, dove più mi di una volta mi sono ritrovata a detestare autore, personaggi..

Ma archiviamo ottobre e affrontiamo un nuovo mese di letture!

Fatemi sapere cosa avete letto, sono davvero curiosa, non vorrete mica lasciarmi sulle spine, vero??
Ci vediamo fra un mese!!

 

Diario di una Lettrice (quasi) per Bene #settembre2016

il punto vincenteI primi di settembre li ho dedicati a terminare il libro del tennista Nole Djokovovic nel quale racconta un po della sua infanzia durante la guerra, ma soprattutto come è diventato il n.1 al mondo cambiando la sua alimentazione. La scoperta dell’intolleranza al glutine e di come è migliorato, non solo a livello sportivo, ma anche a livello mentale e psicologico.


zia-mame

E finalmente sono riuscita a leggere Zia Mame, grazieeeeee. si perché lo avevo in lista da una vita!!!! Carino, scorrevole, a tratti surreale. Forse un po troppo surreale, ma in fondo i libri non hanno questo potere assurdo, e straordinario??


intorno-al-mondo-con-zia-mame

E subito dopo mi sono fiondata a  leggere il giro del mondo con questa zia strampalata, che senza capre bene come riesce sempre a cavarsela per il rotto della cuffia. L’ho trovato davvero divertente, l’ho preferito al primo, mi ha conquistata un po’ di più.


warrior-cats-il-ritorno-nella-foresta

Spulciando i libri ancora da leggere nella mia libreria, ho detto che era arrivato il momento di dare una possibilità a questo volume, preso grazie all’iniziativa di #ioleggoperché che purtroppo non fanno più.

Bhe che dire, è un libro per ragazzi, ma io l’ho adorato. So che in italiano non sono usciti tutti i volumi della saga, ma ho spulciato in internet ho scoperto che i libri sono illustrati e le immagini sono MERAVIGLIOSE. Spero di recuperare quelli pubblicati in Italia, magari anche solo la biblioteca e leggermeli. Sperando che il nano un domani si appassioni alla lettura, io intanto mi documento 😉


la-libreria-dei-sogni-che-si-avverano

Senza fama e senza gloria questa storia, anche se il mio pianto me lo sono fatta. L’avevo comprato perché sono sempre catturata dai libri che trattano librerie e libri.. ma la libreria è solo a margine..e io dopo una notte ho solo un vago ricordo della storia.. e vabbè, ci sta!

 

E voi cosa avete letto a settembre? avete trovato il libro dell’anno o della vita? Io solo quello del mese, il premio va…. Warrior Cats. Ragazzi, mi è piaciuto un sacco!!!

 

Ci leggiamo a fine Ottobre!!

 

Book Tag New York Times

Ed eccomi qui con la seconda parte del book tag che ho visto sul canale di Non Solo Shopping.

Ecco le altre risposte.

6. Quale libro hai sempre voluto leggere e non sei ancora riuscito a farlo? Ne ho diversi, complice anche una lista chilometrica, ma negli ultimi anni direi ‘Orgoglio e Pregiudizio‘. Che tra l’altro ho perché avevo comprato il Mammut della Newton Compton con tutti i romanzi di Jane Austen.

7. Quale libro eri convinto che ti sarebbe piaciuto, ma così non è stato? Assolutamente ‘Cent’anni di solitudine‘ di Marquez. Piaciuto niente. Me lo ricordo come un libro incasinato, mi sono persa con i nomi, feci davvero fatica a finirlo. Tutti ne parlano più che bene e infatti strabuzzano gli occhi quando dico la mia opinione.

7.1. Ti ricordi quale è stato l’ultimo libro che hai abbandonato senza finire? Sì è sono due. Con il primo ci sto riprovando adesso ed è ‘12 anni schiavo‘ la prima volta che lo iniziai fu in concomitanza con la nascita del piccolo, e proprio non ce l’ho fatta. Il secondo è ‘Ragione e Sentimento‘ di Jane Austen. L’avevo iniziato, poi un giorno ho messo il segnalibro.. e non l’ho più riaperto!a ci riproverò eh, prometto!!!

8. Da quali storie sei più attratto? E da quali stai alla larga? Sono attratta dalle storie d’amore. Quelle belle intense che ti tengono incollata alle pagine.a devo dire che sto spaziando molto, l’importante è che siano ben scritti.
Sto alla larga da Fantasy. Tipo ‘Harry Potter‘, ‘Il Signore degli Anelli‘ proprio non ce la faccio. E’ più forte di me. Ho in lista ‘Hunger games’ chissà se ce la farò.

9. Quale libro consiglieresti al Presidente? Quindi a Mattarella.. sicuramente visto la sua vita, niente di mafia. Probabilmente un libro divertente, che possa farlo sorridere, per esempio qualcosa di Vitali.

10. Il prossimo libro che leggerai? Non lo so. Sicuramente farà parte della Tbr estiva, visto che sono indietrissimo anche quest’anno. Cosa di preciso non lo so.

E con questa decima domanda abbiamo terminato il Book tag. Vi è piaciuto? Se vi siete persi le prime 5 domande lo trovate qui.
Fatemi sapere le vostre risposte qui sotto!

Alla prossima

Book Tag New York Times

Buongiorno Booklovers il piccolo dorme e io ne ho approfittato per vedere il book tag di Non Solo Shopping fatto con il fratello.
Mi sono cimentata solo una volta con una cosa simile, così eccomi qua a rifarlo!

1.  Quale libro è al momento sul tuo comodino? Al momento sul mio comodino trovate ‘12 anni schiavo‘ di Solom Northup. Qualcuno di voi ha visto il film? Lo consigliate??? Fatemi sapere!

2. Quale è stato l’ultimo libro veramente bello che hai letto?  Domanda difficilotta, è un anno strano, sembra che non ne azzecchi uno per il momento. Per il momento direi ‘La Piuma‘ di Faletti. Piccolo, godibile, gran bei disegni.

3. Se potessi incontrare uno scrittore/trice vivo o morto chi sarebbe e cosa saresti curioso di sapere? Come ho sentito questa domanda, ho subito pensato a Faletti. Ha avuto un vita piena, ed è stato poliedrico. Gli avrei chiesto come nascevano i suoi quadri e come è nata la canzone ‘Signor Tenente‘. O meglio, so come è nata, il perché, ma cosa ha provato nello scriverla e cantarla a San Remo, no, non lo so.
Invece su autore in vita, non saprei. Mi piacerebbe bere un caffè con Alessia Gazzola, chiedendole come è nata Alice Allevi e come fa a gestire il tutto con due bimbe.
Mi piacerebbe bere un buon bicchiere di vino con Donato Carrisi, chiedendogli di Marcus… Insomma mi piacerebbe sedermi con diversi autori.

4. Quale libro vi potreste stupire di trovare nell mia libreria? Non so rispondere, così ho girato la domanda al marito, e mi ha detto ‘The Secret’s ‘ che tra l’altro non ho mai letto!

5. Come organizzi la tua libreria? La mia libreria è davvero piccola e anche la seconda fila è stra piena. Un ripiano è del marito e i suoi Dylan Dog. Gli altri due sono miei. In uno ci sono autori dei quali ho letto solo un volume. Rigorosamente in ordine cronologico di lettura.
Nel secondo ci sono autori di cui ho letto più volumi. Quindi divisi per autore, in ordine cronologico di lettura, anche questi.

E con questa 5a domanda ho finito la prima parte… Fatemi sapere le vostre risposte!!
A presto con la seconda parte!

Diario di una Lettrice (Quasi) per Bene #aprile2016

Eccomi qui, per un altro mese da lettrice… sì lo ammetto decisamente poco per bene. Lo so, lo so, ma il ruolo di mamma un po’ mi assorbe e non sempre trovo il tempo per leggere, ma cerchiamo di mollare.
Diciamo che al momento è un modo anche per ritagliarmi del tempo e per staccare un po’.

Diciamo che questo post è per riassumere le letture di questi mesi.

A gennaio avevo iniziato un libro, che poi ho lasciato, ma conto di riprenderlo quindi al momento non vi dico nulla.

A fine gravidanza faticavo a concentrarmi e a restare sveglia se leggevo. Anche per questo che non sono riuscita a finire il libro. Poi con la nascita del piccolo e allattando non riuscivo proprio a leggere..più o meno.

una spola di filo bluA marzo leggevo di notte, mentre allattavo, sul tablet del marito, così mi tenevo un po di compagnia. Ho fatto fatica a leggerlo, e non mi ha entusiasmata come credevo.. ma almeno, come vi dicevo, mi tenevo compagnia nelle lunghe notti di allattamento. L’ho finito poi ad aprile.

 

 

 

 

 

la piuma

 

Sono passata a Faletti. Volevo qualcosa di leggero che mi coccolasse e che mi desse quel calore che alcuni libri ti sanno dare.. Bè non potevo fare scelta migliore. Peccato che l’ho scoperto tanto tardi, e soprattutto mi spiace tanto che non sia più tra noi, chissà quante altre storie ci avrebbe regalato la sua mente. Leggerò sicuramente altro di suo. Devo solo capire quando :0)

 

 

Continua a leggere

,

Reading Challange #2015

Quest’anno ho voluto cimentarmi per la prima volta in una Reading Challenge. O meglio, sono venuta a conoscenza dell’esistenza della Reading Challeng, perché fino a che non ne aveva parlato Sara non sapevo nemmeno l’esistenza.
La Reading Challenge è una lista di sfide libresche, io la vedo un po’ anche per uscire dagli schemi, un modo per conoscere libri, autori, generi che probabilmente non si sarebbe letti.

Quindi mi sono detta perché no? Perché non provarci? avrei potuto fare di meglio, ma anche di peggio, di certo non è stato il mio anno libresco migliore, ma tutto sommato non mi lamento. Qui di seguito vi lascio la lista delle sfide che ho ultimato.

  1. Un classico – Madame Bovary
  2. Un libro con un numero nel titolo – Cinquanta sfumature di rosso
  3. Un libro divertente –  I love shopping per il baby
  4. Un libro di un’autrice – Le grandi donne che hanno cambiato il mondo
  5. Un mistery o un thriller – Il suggeritore
  6. Un libro con un titolo di una sola parola – Open
  7. Un libro di racconti – Pochi inutili nascondigli
  8. Un libro ambientato in un paese straniero – Venivamo tutte per mare
  9. Il primo libro di un autore popolare – Bar sport
  10. Un libro consigliato da un amico – Bebè a costo zero
  11. Un libro che puoi finire in un giorno – Sindrome di cuore in sospeso
  12. Un libro recensito negativamente – 50 sfumature di girgio
  13. Una trilogia – La biblioteca dei morto – Il libro delle anime – I custodi della bibliotca
  14. Un libro con un colore nel titolo – 50 sfumature di nero
  15. Un libro di un autore che non ha mai letto – La rilegatrice dei libri proibiti
  16. Un libro che hai ma che non hai ancora letto – Il tempo che vorrei
  17. Una sceneggiatura – Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte
  18. Unn libro diventato un film – La ragazza con l’orecchino di perla

Effettivamente sono poche sfide, contando che erano circa 50, ma in questo 2016 ci vorrei riprovare. Una nuova Reading Challenge mi aspetta.. spero che vada meglio, nonostante il pupo in arrivo, dell’anno scorso!

E voi? L’avete fatta? Cosa avete letto e quali sfide vi sono risultate più ostiche???