Il Tag dei libri #1

Sara di Non Solo Shopping, sta facendo un calendario dell’avvento molto particolare, ogni giorno carica sulla sua pagina di Youtube un video diverso, su argomento diverso. Ieri ha caricato un videotag sui libri. Praticamente funge così: ci sono delle domande si risponde, e poi si tagga un’altra persona. Sara, ho capito bene??? E lei ha taggato in particolar modo me e In Viaggio con Elipisto, che ha colto la “sfida”, ma la farà durante le feste.

Io la faccio ora.. ho del tempo a disposizione e ne approfitto. Essendo molte domande, e per evitare che diventi un mappazzone (alla Barbieri 🙂 ) lo dividerò in due/tre post.

 

  • Come scegli i libri che leggi? Ti fai influenzare dalle recensioni? Ni. Partecipando ad alcuni gruppi, su Facebook, a gruppi sui libri, vedo quelli più citati, non leggo molto i commenti. Ma se un libro viene citato spesso, mi chiedo il perché e il più delle volte lo metto in lista. Ciò non vuol dire che lo leggerò subito, a volte passano anche anni. La copertina fa la sua parte, il titolo è tutto!! Non leggo quasi mai la trama, se il titolo mi stuzzica metto in lista.

 

  • Dove comperi i libri? Libreria o Online? Rigorosamente libreria! Ho provato una sola volta a prendere un libro via Amazon, e non sono stata fortunata: non lo avevano in magazzino. Quindi non mi è mai arrivato. Mi piace troppo girare per una libreria e vedere quale titolo catturerà la mia attenzione. Ma lo faccio dappertutto: libreria, centro commerciale, i banchetti sotto i portici in centro a Torino. Spulcio un po’ dappertutto.

 

  • Aspetti di finire un libro prima di comprarne un altro o hai le scorte? Fino a qualche tempo fa si. Anche perché compro un libro al mese, ma nell’ultimo anno, non so come, mi sono ritrovata con una decina di libri, forse anche qualcosina in più, di libri comprati/regalati che devo ancora leggere. Così al momento non sto comprando nulla, almeno finché non li smaltirò tutti, o per lo meno una buona parte. O più semplicemente fino al prossimo attacco compulsivo da acquisto libresco. 😀

 

  • Ti fai influenzare dal numero delle pagine quando compri un libro? No. E la riprova è l’aver letto quest’anno i Miserabili. Non mi interessano le pagine, ma deve avere una prerogativa: dev’essere scorrevole. Cosa non riscontrata nei Miserabili, ma è solo il mio modesto pensiero.

 

  • Hai un autore/genere preferito? Non ho un autore preferito. E’ un po come chiedere “a quale figlio vuoi più bene?”. Ho autori che compro, che mi piacciono, e che li voglio vedere tutti nella mia libreria, alcuni autori li comprerei, ma lo spazio scarseggia quindi vado di biblioteca. Genere? Non ho un genere, ho scoperto il thriller, sicuramente preferisco i romanzi. E quest’anno ho “scoperto” i classici. Diciamo che quest’anno mi è piaciuto leggerli, alternandoli.. Un classico ogni tanto penso faccia bene all’anima.

  • Quando è iniziata la tua passione per la lettura? Il mio amore per la lettura nasce in terza elementare. Proprio in questo periodo, la maestra ci diede una lista di libri per le vacanze natalizie, noi dovevamo sceglierne uno. Ora non ricordo con precisione se lo scelsi io o mi aiutò mia mamma, ma lessi “Il Barone Rampante”. No vabbè passai dei pomeriggi a leggere nel mio letto con la lucina sul comodino. A volte mia mamma sentiva troppo silenzio e veniva a vedere cosa stessi facendo e mi trovava a leggere. Ok, era Calvino, ma che bello.

 

  • Leggi un libro alla volta o più libri insieme? Di solito uno alla volta. Non riesco a immergermi in due storie insieme, no proprio non riesco. Ma con i Miserabili l’ho fatto. Lo alternavo ogni settimana, dieci giorni, lo alternavo con altri libri. Non riuscivo a leggerlo per più tempo di seguito. Tranne sul finale che non riuscivo a staccarmi.
    Ripeterò l’esperienza? in linea di massima no, ma vedremo mai dire mai!!

 

  • Se tutti i libri del mondo andassero distrutti e potessi salvarne solo uno, quale sarebbe? Che domanda difficilisssssssima!! uff.. vediamo.. Probabilmente un libro che non ho ancora letto. Un libro che ho in lista da tanto, magari uno che mi tenga impegnata per un po. A oggi direi Orgoglio e Pregiudizio. Non l’ho ancora letto, magari tra un mese cambio titolo. Comunque, sì un libro ancora non letto.

 

  •  Perché ti piace leggere? Perché posso conoscere gente, vedere posti, culture diverse, periodi storici e costumi diverse. Andare in mondi diversi e magici. Posso ridere e piangere. Posso trovare una frase che scritta nell’800 oggi mi cambia la vita, la giornata, l’umore. Sono banalità? Forse, ma per me è così. A volte un libro riempie di più una stanza silenziosa che un programma alla televisione.

 

  • La tua libreria è ordinata secondo un criterio o è in ordine sparso? Ho solo una libreria in casa, lo spazio è proprio poco. In un ripiano ci sono libri d’arte e di cucina. In uno ci sono i libri che ho letto ma di autori vari. In quello subito dopo, ci sono quelli degli autori che compro con più frequenza; e al momento ci sono anche i libri che devo ancora leggere. Entrambi i ripiani sono in ordine di lettura. Infatti per non sbagliarmi nella prima pagina segno il mese e l’anno di lettura.
    Un ripiano è occupato dal marito con la sua collezione di Dylan Dog.

 

Queste sono le prime 10 domande, e risposte, al tag dei libri. Non so chi taggare, quindi chiunque di voi abbia voglia di cimentarsi, può farlo qui sotto.

2 commenti
  1. elisa
    elisa dice:

    Urca che velocità !!!!
    Io sono sommersa da post da scrivere: Birmania, Libri….aiutoooo, ma ce la farò!
    Risposte interessanti sono curiosa di sapere le prossime 🙂

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *