madame-bovary

“Mia moglie non se ne occupa – disse Carlo- le piace di più, nonostante le raccomandino il moto, di restare sempre in camera a leggere.” “Proprio come me, esclamò Leone, del resto che c’è di meglio che starsene la sera accanto al fuoco con un libro sotto il lume mentre il vento sbatte ai vetri. [] Non si pensa a niente, continuò lui, il tempo passa. Si viaggia, senza neppure muoversi, per paesi che ci pare di vedere, e il pensiero, correndo con l’immaginazione, fantastica in particolari o segue il filo delle avventure, confondendosi nei personaggi.”

Io mi stupisco che ai giorni nostri, disse Hamais, in un secolo di lumi, ci si ostini ancora a proibire uno svago intellettuale, inoffensivo, incentivo della morale e qualche volta perfino igienico; non è vero Dottore?

Non bisogna toccare gli idoli: un po’ della doratura ci resta attaccata alle mani. 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *