Questo è l’ultimo della saga su Will Piper.
Siamo nel 2026, il 2027 si avvicina, e tutto il mondo si chiede cosa accadrà.
Will e Nancy vivono separati. Nancy a Washington e Will sulla sua barca. Il figlio ormai cresciutello si divide tra i genitori. La cosa certa è che aspetteranno tutti insieme sulla barca, e sarà quel che sarà.

Ma a Will un giorno viene un infarto. E Will, ovviamente, non era solo, ma in compagnia di una donna, più giovane di lui e attraente. Il figlio non la prende bene, si arrabbia con il genitore e il loro rapporto diventa un po’ burrascoso.

Mentre Will è in ospedale a riprendersi, il figlio scompare. Lui è inchiodato a letto, Nancy deve evitare una guerra con i cinesi. Phillip è scappato in Inghilterra. Ma perché lo ha fatto? a causa del padre? questo è ciò che pensa Will, finché non riceve una sua richiesta d’aiuto.. ma da quel momento si perdono le sue tracce.

Will parte alla ricerca del figlio. e scopre l’assurdo. A quanto pare la sua vita, e quella della sua famiglia gira sempre intorno alla biblioteca di Vectis. Comunque il figlio è in pericolo e va salvato.
Siamo sicuri che il 2017 sia la fine di un era? che solo in pochi ne riusciranno indenni? La famiglia Piper scoprirà la verità. Scopriranno cosa accadrà, e purtroppo la loro faiglia non en uscirà proprio indenne.

Letto in poco meno di 24 ore, mi ha assolutamente catturato. di certo, per chi con me, ha letto i libri in sequenza questo volume è il più ripetitivo, richiama molto gli altri due. Ma nonostante ciò ha la sua trama e si mette un punto alla storia.

Mi era stato regalato due anni fa al mio compleanno, e non mi ero ancora decisa a leggerlo. Ma finalmente è arrivato il suo momento e io non ne sono delusa.

 

 

Il tempo della verità è solo un racconto di circa 50 pagine, distribuito solo in formato elettronico e gratuito.

Non da molto alla storia in se, anche se ci vedrei bene in film. Lo so, sono ripetitiva, ma questa storia (la saga di Will Piper) è perfetta per il cinema!!

Comunque sia, anche se alla storia in se non da e non toglie nulla, una cinquantina di pagine in un pomeriggio di febbre le potete anche leggere.

Will e Nancy sono sempre sposati anche se vivono in due città diverse, e Nancy fa carriera velocemente.
La coppia si ritrova a “lavorare” insieme ad un caso. Nancy in veste ufficiale, will per aiutare un vecchio amico accusato di aver rapito il figlio del probabile futuro presidente americano.
A Nancy non piace che Will abbia deciso di aiutare il suo amico, Cameron. Ma lui sa come convincere la moglie, promettendole di condividere con lei tutte le informazioni che raccoglierà.

Will quando era in servizio, era il miglior profiler sulla piazza, e questa sua capacità si vedrà anche n queste pagine. Insinuerà nella moglie dubbi, le farà le domande giuste, e soprattutto sfrutteranno la biblioteca.

Infatti avrà un ruolo decisivo nelle indagini. Per la prima volta da quando è stata rivelata al mondo, verrà utilizzata per sapere la data di morte di un privato cittadino.
Non è mai accaduto prima,ed in fondo si tratta del possibile futuro presidente degli Stati Uniti, quindi si farà. E l’odio dei Sorveglianti, e di chi ruota intorno alla biblioteca, per Piper e la moglie si rinnoverà di nuova linfa vitale.

 

 

 

Questo libro è il sequel del la biblioteca dei morti.

Will Piper e la collega Nancy Lipinsky si sono sposati, hanno avuto un figlio: Phillip. Nancy sta facendo carriera, Will invece è andato in pensione. Ormai tutti sanno che la biblioteca esiste e che nel 2027 succederà qualcosa, ma non si sa cosa.
La storia va avanti, e Will viene contattato da un ex dipendente dell’area 51. Deve aiutarlo a recuperare un libro. Sì, perché alla biblioteca manca solo un libro datato 1527 si pensa sia un libro chiave per capire cosa accadrà da lì a qualche anno.
La scelta di Will si ripercuoterà su tutta la famiglia, come sempre. Nancy andrà su tutte le furie, perché la loro famiglia si è già salvata una volta in corner, e sa che non accadrà una seconda e poi ora c’è un figlio a cui pensare.

 

Will invece va avanti per la sua strada. Una strada difficile che lo porta in Inghilterra, a scoprire cose sul libro mancante davvero inimmaginabili. Ci sono dentro persone del calibro di Shakespeare e Nostradamus.

Ovviamente i Sorveglianti dell’area 51, non perdono un colpo, soprattutto se si tratta di Piper, della biblioteca. Ce l’hanno decisamente a morte con lui.

Forse il più sottotono della saga, a mio avviso. Ma Cooper riesce comunque ad incollarti alle pagine, con la sua meravigliosa capacità di parallelismo tra le varie epoche, la capacità di tirare in mezzo personaggi storici di grande risonanza.
Secondo me ha anche la capacità di farti pensare, magari una biblioteca del genere esiste veramente.
Alle volte la linea tra realtà e fantasia è così sottile…

 

 

Dopo aver riletto le sfumature, tocca ad un autore che amo molto: Glenn Cooper. Questo è il suo romanzo d’esordio, e già 4 anni fa lo divorai!!!! Lo trovai splendido, scorrevole, avvincente ben strutturato.

Come reagirebbe il pianeta, se scoprisse che tutto è già stato scritto? Che tutto è già pronto e pianificato?
Sarebbe un problema, ci sarebbe del panico, per questo la biblioteca di Vectis, ora nell’area51, deve rimanere segreta.

Rimanere  segreta in qualsiasi caso e in qualsiasi modo. Ma non è possibile, se le persone iniziano a ricevere strane cartoline con la data di morte. E la cosa è ancora più impossibile se a capo delle indagini c’è il miglior profiler dell’FBI: Will Piper. Peccato che al momento non abbia dei gran fan all’agenzia. Ma lui è il migliore e bisogna capire chi diavolo si diverte a spaventare mezza città.

Il fatto che gli affibbino la novellina, non lo aiuta e la cosa non gli fa tanto piacere. Ma alla fine Nancy si rivelerà più in gamba di quello che Will credeva.

Un libro avvincente, pieni di colpa di scena, di suspance e l’amore non manca.
Il fatto che Cooper sia un laureato in archeologia lo si capisce e lo si apprezza.

Sono anni che aspetto che Hollywood si dia una mossa, che mi metta sullo schermo Will, e tutti i protagonisti. Io un’idea di chi possa essere Will ce l’ho, e voi? chi verreste bene nel personaggio???