Questo libro l’ho letto grazie a Sara di Non Solo Shopping, mia compagna nella rubrica mensile Diario di una lettrice quasi per bene. Lo aveva recensito nel suo canale di youtube. Ora, non chiedetemi in quale mese, perché non lo ricordo, ma ricordo molto bene il luccichio negli occhi e il suo grande entusiasmo. E quindi quando l’ho trovato, non ho resistito! Raramente leggo libri commentati da altri, ma ci ho voluto provare e mi è andata bene. No!! Di lusso, è meglio!

All’inizio non capivo dove andasse a parare. Ma poi mi sono trovata immersa nella lettura, come estraniata, come se fossi finita in un altro mondo, in un mondo parallelo.. e in effetti la storia parla un po’ di questo.

Questo circo è del tutto diverso dagli altri. Per prima cosa apre solo di notte e chiude all’alba, ma solo in caso di bel tempo. Ogni tendone ospita un’attrattiva diversa, particolare che dura il tempo di un sogno.
Questo circo, non si sa dove arrivi, ne quale sarà la sua prossima destinazione, si sposta di città in città, di paese in paese con discrezione, e arriva quando meno te lo aspetti. Ma quando arriva ti travolge e vorresti non andasse mai via.

Il circo dei sogni è un campo di battaglia! Due ragazzi, Marco e Celia, sono i due avversari. Sono stati scelti da piccoli, addestrati, perché si sfidassero a colpi di magia per determinare chi fosse il più bravo tra i due maestri. Non è una sfida facile, non è una sfida con la bacchetta magica e basta, è una sfida difficile, estenuante e lunga. Chi lavora nel circo non sa cosa stia accadendo. La magia può tutto, su tutto, tranne che sull’amore. L’amore, la passione che i due protagonisti scoprono, dopo anni, di provare. Ma la sfida le regole del gioco non gli permettono di vivere questo amore. Tutto sembra contro di loro, ma.. sì c’è un ma, che ovviamente non vi posso dire! Su, su non odiatemi, non posso mica spoilerare!!

 

Un’opera prima meravigliosa. I personaggi alla fine vi mancheranno. Quando ho chiuso il libro, oltre a ringraziare Sara, mi è sembrato di svegliarmi da un sogno, come se mi fossi addormentata e sognato questa bella storia. Anche ora che scrivo mi sembra di aggirarmi tra i tendoni, di vedere piroette di acrobati, mimi immobili, e la in un angolino nascosti vedere Marco e Celia guardarsi e vedere il loro amore così forte e tangibile.

La parola giusta per questo libro? Onirico.
Quindi, non mi resta che augurarvi.. buon sogno!

I titoli della trilogia sono: Il grande quaderno, La prova, La terza menzogna.

La scrittrice è brava, bisogna dirlo. Ma questo libro mi ha lasciato un po l’amaro in bocca!!

La storia parla della vita di due gemelli. Li si vede crescere e affrontare la vita, partendo dalla guerra in poi.
Li si accompagna, li si vede affrontare la guerra, come si sopravvive ad essa, con piccoli inganni, sotterfugi e provando e riprovando a sopportare il dolore, la fame, in modo da non riuscire a sentire più nulla. Ma comunque  continuando anche a fare delle buone piccole azioni.

Quando pensi di essere presa dalla lettura e inizi a capirci qualcosa, realizzi che in realtà non hai capito nulla!

Continua a leggere

Ne avevo sentito parlare così bene , solo commenti positivi, entusiastici. Ma solo a me non ha fatto impazzire? Solo a me ha lasciato l’amaro in bocca? Solo io ho preferito il film?

Il libro è a due voci.
La prima è Renée, portinaia di uno stabile di ricchi, dove nessuno la considera o la ritiene all’altezza per una conversazione che vada al di là del “Si ricordi di innaffiare le piante”. Non che Renée faccia molto per farsi notare, anzi sbaglia apposta, nelle poche conversazioni , verbi o parole, tanto i condomini se lo aspettano da lei. Ma nessuno sospetta che invece sia più acculturata di loro, che ha una stanza segreta nella guardiola, che poi è la sua casa.
Nessuno sospetta che vada in biblioteca, che noleggi film, che si possa commuovere guardandoli, o che il suo gatto si chiami proprio in quel modo non per puro caso.
Lei ama leggere!! Ne legge così tanti, che nemmeno io nella realtà ci posso riuscire.

Continua a leggere

 

Io e la mia insegnante di cucito, abbiamo in comune per Andrea Vitali. E siamo arrivate a scambiarci i suoi libri, infatti me ne ha prestati due, tra cui questo.

Il segreto di Ortelia al momento è il più simpatico che ho letto fino ad ora. Lo si legge tranquillamente in un pomeriggio.
Divertente, come la maggior parte dei suoi volumi, allegro, fresco, molto scorrevole. E soprattutto senza i milioni di personaggi che di solito contraddistinguono le sue storie. I personaggi sembrano relegati in secondo piano, arrivano in poche pagine, se non righe, ad essere personaggi primari.

Protagonista indiscusso del libro è Amleto Selva, che arriva a Bellano ragazzo, 27 anni circa, con la voglia di fermarsi e far quello che va fatto: sposarsi, metter su bottega.
Seppur con facilità si sposa, ma scoprirà subito che la moglie Cirene ha grosse difficoltà a svolgere i così detti “doveri coniugali”. Ma questo non impedirà alla coppia di avere una figlia, Ortelia. Questo problema condizionerà, inevitabilmente, la loro vita. Mentre Cirene, resterà lontana dal marito limitandosi a dargli da mangiare, crescerà la figlia; Amleto farà la bella vita, spassandosela con i compari del paese e lavorando molto sodo, dall’alba al tramonto.

Continua a leggere

Evvivaaaaaaaaaaa!!! La mia amica si sposa!! :) Beh non è che il libro si intitola così perché Rebecca partecipa ad una cena total white.. Dai lo capisce anche un bambino! :)

Dai ve lo confesso i primi tre libri della saga li avevo già letti, li sto rileggendo perché tra il compleanno e il Natale scorso ho comprato e mi hanno regalato il resto della saga, e così ho ricominciato da capo e li sto centellinando.
Altra confessione, al matrimonio ho ricevuto carta bianca, così i tavoli ho nominati con i titoli dei libri.. indovinate come si chiamava il mio??? Esatto, ma voi siete avanti: I Love Shopping in Bianco.. ok k, ora vi parlo del libro.

 

L’amica di Rebecca, Suze, si sposa con il cugino. Sì avete capito bene, non è un vero e proprio incesto, ma comunque… sapete come ha ricevuto la proposta? Al lancio del bouquet, ovviamente l’anello era un mezzo ai fiori… oooo che cosa romantica!!! (voi siete sposati? come avete ricevuto la proposta?)

Continua a leggere

 

Il viaggio di nozze l’ho fatto a New York, credo di averlo già detto, e non potevo non trascinare il marito da Tiffany.

Già solo quando ci arrivi davanti, il cuore inizia a battere forte, pregusti già il momento in cui varcherai la soglia, sai già che l’i dentro troverai un mondo parallelo. Un mondo nuovo, sbrilluccicante e quindi sai che troverai sicuramente qualcosa adatto a te; che il tuo partner sia o meno contento! :P

Quindi immaginatevi, la New York natalizia, quella dei film, l’atmosfera festosa e magica; pensate a due uomini completamente opposti che stanno comprando due regali, completamente diversi per le loro donne. Uno si è perfino dimenticato che l’indomani sarà Natale, quindi Gary compra il regalo last minute. Ethan invece lo ha pensato, lo ha ponderato, valutato molto attentamente e lo sta ritirando insieme alla figlia Daisy.

Continua a leggere

 

Mamma che botta!! Lo so che non è appropriato esordire così, ma cacchio che botta, che pianto!!! Il marito sentendomi piangere pensava fosse una cosa seria, si è affacciato in camra e mi ha guardata… come se piangere su un libro non sia una cosa seria! :/

Il libro è ambientato in India. In un momento storico importante per il paese. Nel periodo della divisione, quando è nato il Pakistan, il Kashir, un bel romanzo anche per imparare qualcosa di nuovo ( o comunque è servito a me) di una terra lontana di cui io personalmente so così poco, o nulla.

Si parla di bugie, di bugie a fin di bene, a fin di male, e che tutti le diciamo; e a quanto pare, più le diciamo più diventiamo bravi.
Il protagonista è Bilal, un ragazzino con un affetto viscerale per l’amato padre. Vivono in India settentrionale, in una piccola casetta, non una famiglia ricca, ma con una cosa molto preziosa: un muro. Un muro di LIBRI.

Continua a leggere

Altro mese altra puntata della rubrica!!! Voi non avete la minima idea di quello che vi aspetta!! Lo sapete vero? Di solito i mesi estivi sono quelli più libreschi, quelli dove leggo di più. Tra il nulla in televisione, e il prestito lungo della biblioteca… be leggo sempre tanto. Pensate che a questo mese ho superato il numero di libri letti l’anno scorso.. brava ioooooooooo!!! eheheheeheh voi non siete felici per me? Ah ovviamente sono indietrissimo con le pubblicazioni, portate pazienza!

 

1620-3

Il mio acquisto del mese a Venezia. Come vi ho parlato qui a Venezia il marito mi ha portata in una libreria fantastica. Come dicevo nell’articolo ho fatto davvero fatica a comprare qualcosa.. Lo so sembra impossibile, eppure è così. Sono tutti libri usati ovviamente, così nel mucchio ho trovato questo, ed ho deciso di portarlo con me. Pagato 5€ quindi veramente poco. Ma vi assicuro che è stato un mese all’insegna del risparmio!! :D

 

 

Un-diamante-da-Tiffany-di-Karen-Swan_avorigh

 

Ho iniziato il mese con questo. Leggero, divertente, e poi a me ha appassionato. Che vi devo dire, sono una romanticona :D e poi ditemi, quale donna non lo è??? No perché se volete ne possiamo parlare. La casa editrice Newton Compton ha una linea editoriale, abbastanza chiara. Non che non abbia libri di un certo peso, ci mancherebbe, ma se si ha voglia di libri leggeri, romantici e ad un prezzo contenuto loro sono perfetti.
Le loro copertine sono abbastanza riconoscibili sugli scaffali. Probabilmente pecco di leggerezza, ma questo mese, ho preferito di gran lunga i libri ai telegiornali (ma non toglietemi quelli sportivo!!)
Se proprio la Kinsella non dovesse essere la vostra preferita, questo volume per l’ombrellone è adattissimo, o se non per l’ombrellone, perché chiuso va benissimo per le vacanze.
Io l’ho divorato in 2 giorni mi pare. L’ho letto in contemporanea con una mia ex compagna di classe delle elementari, Serena. Non è stata una cosa voluta, ma anche lei è piaciuto..e avendolo finito prima di lei mi divertivo a ricevere i suoi messaggi, man mano che andava avanti con la lettura! Serena, quando vuoi leggere un libro in contemporanea non hai che da dirlo!! :D

Continua a leggere

 

Chissà perché in estate divoro libri!! vabbé meglio così, o peggio, visto che poi tra Natale e primavera ho una forte battuta d’arresto.
Questo fa parte dei sei libri che ho preso in biblioteca (prima scorpacciata), evviva il prestito lungo estivo: 3 mesi!!!!!

Questo è un romanzo storico, ambientato nella prima guerra mondiale. La storia inizia prima, ma viene sviluppata nel 15-18.
Parla di tre donne, molto diverse tra loro, con vita e classi sociali diverse, tenute insieme da un unico filo conduttore: Riley Purefoy.

Riley è un bambino non dell’alta società londinese, che per puro colpo di fortuna diventa il tutto fare in casa di un pittore. Durante la sua permanenza in quella casa, conosce una bambina, Nadine. Tra i due bambini c’è fin da subito una forte alchimia, che si trasforma in amore, ma la mamma si Nadine che non accetta che la figlia “abbia a che far con uno inferiore” li allontana. Riley va un po’ fuori di testa e decide di arruolarsi in guerra, pensando che se non può stare con lei, preferisce farsi ammazzare.
La sua vita militare è folgorante, sa quando parlare, come farlo, così viene promosso, e si fa largo in lui la speranza che le promozioni lo possano rendere degno di Nadine.

Continua a leggere

 

 

Eccoci qui per il secondo capitolo che ha come protagonista Rebecca Bloomwood.

Alla mia amica, eh sì ormai la considero tale, sembra andare tutto alla grande: i debiti sono ormai pagati, la vita con il suo bel Luke va bene, il lavoro pure… insomma.. che c’è da lamentarsi?? nulla!! Soprattutto se poi le si propone di trasferirsi. Non in una città qualsiasi, ma bensì New York.

Io ci sono stata in viaggio di nozze,  e vi assicuro che resistere alla voglia di shopping è davvero un’impresa ardua. Già solo entrare da Macy’s.. vabbé quindi, immaginatevi, se resistere per noi comuni mortali è dura, cosa potrebbe combinare la mia amica Rebecca? Ecco brave/i vi siete dati la risposta esatta!

Di certo per lei trasferirsi per seguire il suo amore, è un gran passo avanti per la relazione. Ma cosa farà lì? Non impensieritevi, Luke penserà anche a quello :) chi non vorrebbe un fidanzato che pensa anche a quello?

Continua a leggere