Ecco un romanzo che mi ha lasciato un po’ così!! 980 pagine di cui la maggior parte noiosa, con una storia che fa un po’ acqua. Ammetto che ho saltato dei pezzi, per esempio le descrizioni (troppe) della voce narrante in mezzo ai dialoghi. Avevo letto apprezzamenti sul libro, ma per me è stato un po’ così. Non nascondo che mi ha tenuta compagnia in ospedale e in questi giorni a casa, durante il post appendicite; si ma che fatica!! Pensate che durante il prelievo del sangue alle 5 del mattino un’infermiera ha visto il libro e mi ha chiesto..nonostante il sonno sono riuscita a convincerla a non prenderlo. Chissà se ho fatto bene, magari a lei sarebbe piaciuto!

Il libro è ambientato nella Londra vittoriana intorno al 1870, la protagonista si chiama Sugar ed è una prostituta. La storia potrebbe richiamare un po’ Pretty Woman, avete presente il film? Lei prostituta s’innamora del bel ricco e vissero felici e contenti? ecco..ci siamo.. più o meno!

Continua a leggere

Un solo giorno passato a fare cose che non nutrono l’anima è un giorno rubato, mutilato, e gettato nella foga del destino.

La storia si concede strani capricci quando si tratta di vestire le donne.

La moda ha architettato la ricomparsa del corpo, anche se la morale si ostina ad ignorarlo rigorosamente.

Basta una sola parola pronunciata dalla persona giusta al momento giusto, a far sbocciare l’infatuazione a velocità prodigiosa, come un tenero germoglio di carne da un prepuzio che si schiude.

L’anticristo sono i nostri stessi desideri.

Tutti noi siamo allo stesso tempo oggetto di repulsione e invidia.

La forza è una lingua che comprende bene, ma solo quando viene dall’esterno.

Nessuno apprezza gli uomini, cara. Eppure sono loro a governare il mondo, e a noi non resta che prosternarci al loro cospetto.

La decomposizione deve essere lenta quanto i loro ricordi.

Non è ancora nato l’uomo che non muore dalla voglia di sapere cosa c’è tra le gambe di una donna.

Una madre non può evitare la sua prole per sempre senza che ne derivi un danno: è un fatto.

Il futuro può essere interessante solo se noi abbiamo il coraggio di essere interessanti.

Quello che dice una donna nel sonno è più vicino alla verità di quel che dice da sveglia, durante una crisi di rabbia.