galeotto-fu-il-collier

Parto con il dire che ho difficoltà a stare dietro a questo autore! Scrive libri come se piovesse e quindi quando penso di aver recuperato un po’ di terreno …. mi ritrovo pubblicati uno e due libri!! :/

Caratteristica di Vitali scrittore è l’intreccio dei suoi personaggi. Se solo ne mettesse uno o due in meno la mia memoria su di loro ne gioverebbe…ma Vitali è Vitali e non si discute ;) !!

Questa volta si parla di un tesoro, di contrabbando e di intrighi amorosi. Il protagonista è Lidio Cerevelli finto geometra, che punta ad avere l’azienda del padre, ma soprattutto punta al taglio del cordone ombelicale con la mamma. Un personaggio, la mammina, che lo tiene in pugno sia al lavoro che dentro le mura domestiche. Lei lo vorrebbe sposato con una ragazza, meglio del posto :”moglie e buoi dei paesi tuoi”. Il caro Lidio perde la testa per una “svizzerotta” di nome Helga, e da quel momento il suo scopo è quello di avere una vita con lei: vuole sposarla a tutti i costi!! Ma come fare? Assecondando la mamma al lavoro, nelle cene che organizza per cercargli moglie, ma lui vuole solo la bella Helga. Ma forse tutti i suoi desideri si posso avverare, quando, durante un sopralluogo trova delle monete d’oro. Attorno a questo ritrovamento si intrecciano personaggi e vicende.

Perché in fondo, è difficile che senza un tesoro di un certo valore, un medico, un finto geometra, un muratore, un segretario di partito possano avere qualcosa in comune.

E ricordatevi: i sogni, i desideri di un bambino vanno realizzati anche se i genitori non se lo possono permettere!! ;)

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *