I-love-mini-shopping

Ok, lo ammetto, o riammetto dato che ne ho parlato anche nella rubrica del mese di gennaio: ho invertito i libri. Ho letto prima questo e poi per il baby.. come mi aveva detto un amico “only you…” 🙁

Comunque sia, archiviata la ginecologa delle star che voleva Luke, ci ritroviamo in avanti di due anni.

I ragazzi, Luke e Becky, non hanno ancora trovato casa e sono ancora dai genitori di Rebecca, e la situazione inizia ad essere insostenibile.

La piccola Minnie, ha due anni, e per lei è tutto “miooooooo” e i genitori non sanno come gestirla. Luke è molto provato, ha avuto un anno difficile, ha rotto ogni rapporto con la mamma biologica, Elinor, la matrigna purtroppo è stata portata via da una malattia, e il lavoro non va meglio.

Una crisi finanziaria incombe sul Regno Unito. Bisogna tirare le cinghie, ma soprattutto bisogna capre se Minnie è una bambina viziata.La piccola ha le idee chiare e sappiamo bene da chi ha preso. Quindi Becky diciamo che si “fa convincere” che la piccola abbia bisogno di una super tata, di quelle dei reality tv.

La crisi finanziaria tocca tutti, anche il lavoro di Becky, ma le conosciamo le sue idee brillanti, anche se questa volta le fa rischiare il posto di lavoro.

Questo episodio gira un po’ più intorno a Luke. Becky per ridargli il sorriso decide di organizzare una festa a sorpresa per il suo compleanno.
Ovviamente la cose le sfugge di mano, nonostante in tanti si propongano di aiutarla. In parte si fa aiutare dalla nuova segretaria di Luke.
Ma alla fine, Elinor, sì la glaciale Elinor, Si propone di aiutare Becky. Ma cosa più incredibile le chiede di rimanere nell’ombra.

 

i ripeto, come ogni volta con Sophie Kinsella: leggero, fresco, divertentissimo. 🙂

 

Ah dimenticavo, la sorella di Becky, Jess, torna dal Cile con delle grossissime novità 😉

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *