le-correzioni

No, No, No, non ci siamo per proprio!!

Due cosucce a me medesima:
1. Non leggere un libro, se non divertentissimo, dopo aver finito i Miserabili.
2. Perché lo avevo in lista?

La storia parla della famiglia Lambert, dei suoi componenti e della loro vita.
Enid la mamma, la moglie, donna insoddisfatta del marito Alfred. Insoddisfatta di come lui, nell’arco della vita si sia rapportato, della poca considerazione avuta.
Alfred, uomo tutto d’un pezzo che non ha mai ammesso repliche alle sue decisioni, marito fedele, lavoratore e poco attaccato ai soldi.
I figli Chip, Gary e Denise, sono molto diversi. Chip si è bruciato la carriera, e non si capisce cosa voglia dalla vita. Gary è sposato, ma alla fine cede ad una moglie, che secondo me, manipola i figli. Denise, nuova stella della cucina, ma con una vita abbastanza incasinata.

Enid ed Alfred sono anziani, Alfred sta diventando difficile da gestire. I figli cercano delle soluzioni, cercando di star lontani da quella madre che è insoddisfatta anche di loro e delle loro vite.
Enid è sicuramente il perno della storia, è forte anche se non sembra. Ma pretende che certe cose vengano fatte in un determinato modo e guai a sgarrare; un po’ come se l’apparire, far apparire le cosse in un determinato modo agli sia a dir poco fondamentale. Come per esempio storpiare il lavoro di Chip.

Mi è piaciuto? No, assolutamente no! L’ho trovato pesante, seppur devo ammettere che la scrittura è davvero di qualità. Ho odiato tutti i personaggi, anche se Chip alla fine mi ha sorpresa.

Consigliarlo? No, non ci riesco. Ho chiesto in alcuni gruppi su facebook, e sono d’accordo con me, per la maggior parte.

Se qualcuno di voi avesse letto il libro, e volesse dirmi dove diavolo vuole andare a parare la storia, è pregato di dirmelo, grazie!!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *