saltatempo

[image width=”200″ height=”” align=”right” frame=”color”]https://www.libroinborsa.it/wp-content/uploads/2012/10/Saltatempo.jpg[/image]

In un paesino di provincia degli anni cinquanta, la vita scorre tranquilla. Lupetto ed i suoi amici più cari: Selene ( che diventerà la sua fidanzata), Gancio, Osso e altri compagni di scuola si divertivano ad andare al fiume a pescare e a tuffarcisi.

Lupetto un giorno incontra un uomo singolare che lui chiama “un Dio” che gli regala un “orobilogio”, un orologio speciale che lo porta avanti nel tempo e gli fa vedere in anticipo cosa accadrà in futuro.

Figlio di un semplice falegname, orfano di madre, si ritrova a vivere in un periodo di profondi cambiamenti per l’Italia come paese, Italia come popolo.
La storia comincia negli anni cinquanta, con i racconti dei paesani sulla guerra, i partigiani e si protrae toccando i punti più importanti: il femminismo, le lotte sociali e politiche, il sessantotto, la libertà sessuale, la droga, le occupazioni, le manifestazioni, ma con la grande incognita del futuro.

Se si vuole sapere come un ragazzino dell’epoca ha vissuto in quegli anni pazzeschi, questo potrebbe essere il libro giusto.

Un libro che all’inizio ho fatto fatica ad inquadrare, ma che riga dopo riga, pagina dopo pagina, mi ha conquistata.
Un libro surreale ma che racconta uno spaccato del nostro paese con gli occhi di un bambino delle elementari che piano piano, passo dopo passo lotta per diventare uomo, non scordandosi le sue origini.