una-vita-da-lettore

Potevo non leggerlo? Beh dai su, siamo seri!! Partecipo alla rubrica e non leggo il libro che ha dato vita al tutto?

Il mio primo Hornby. Il primo libro di un autore è fondamentale, come i famosi tre minuti di conoscenza di una persona. Quindi state pure certi che arriveranno altri Hornby, ma prima parliamo di questo.

Una vita da lettore non è un romanzo! Non credo nemmeno sia il caso di definirlo saggio. E’ più una raccolta di articoli.. viene definito saggio?? L’idea comunque è carina.
Sono articoli, scritti di suo pugno, quando collaborava con la rivista “Believer”. Lo scopo della rubrica è carino, parlare dei libri letti. Dire quali si è acquistati, quelli che siè ricevuti in prestito, quali abbandonati.

La cosa che salta all’occhio è la che la maggior parte dei titoli qui da noi, non sono stati pubblicati, e di cui non ho mai sentito parlare.
La cosa un po’ pretenziosa, e un po’ restrittiva è che deve parlare solo dei libri che gli sono piaciuti, ecco questo non mi è piaciuto. Hornby qui in veste da lettore, non di autore, dovrebbe essere libero di poter parlare liberamente. Un po come faccio io oh se un libro che leggo non mi piace, perché non dovrei parlarne? Mica siamo tutti uguali. Infatti, dai vari articoli Hornby fa emergere il suo malessere su questa cosa.

La bellezza in questi articoli, è la sua ironia! Ti diverte, a mio avviso, leggere come e perché la scelta di un libro piuttosto che un’altro, più che il libro in se. Lui è simpatico, ironico, prende in giro perfino i suoi datori di lavoro. La trovo una grande forza, sì insomma un coto è ironizzare, prendere in giro il capo al bar con gli amici, un conto è farlo pubblicamente. Grande Hornby!!

Una cosa che ho imparato da questo libro è che se un libro non ci piace, fatichiamo ad andare avanti, bisogna mollarlo e passare oltre. Ha torto? Insomma poco tempo e troppi libri in lista!! Lui dice che dobbiamo avere voglia di prendere in mano quel libro iniziato.

La mia nuova filosofia grazie Hornby!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *