Secondo me non ci si esprime sempre attraverso gli abiti che si indossano, a volte le persone rimangono  aggrappate al passato e diventano prigioniere delle proprie abitudini, e così i vestiti che portano non rispecchiano più la loro essenza.

Nella vita esistevano finali, ma non il lieto fine.

“Credo che l’amore sia sempre lo stesso, non importa per chi lo provi.”

Ero una patita, facevo parte di quella categoria di persone che entra nei negozi specializzati solo per dare in’occhiata e passeggiare tra le corsie in cerca di un blocco o di una penna a sfera capaci di cambiare la vita. Era il potenziale della pagina bianca, della penna ancora intatta ad intatta ad attirarmi.

“Solo che a volte è difficile capire cosa passa per la testa alle persone”.

Dana aveva ragione: la paura e la gioia vanno sempre a braccetto.

I rapporti tra le persone sono complicati. Complicati e imprevedibili.

Che dire di questo romanzo? Non è che mi sia piaciuto poi così tanto. Sul mio profilo Anobi, ho messo due stelline: sufficiente.
Non so cosa mi aspettassi, ero consapevole che non fosse il libro della vita, o un capolavoro della letteratura moderna. Ecco, io tutte queste cose le sapevo, ne ero più che consapevole.. Di certo ho passato ore liete, ore spensierate, ma a poco prima della metà ho detto al marito: credo che sia il libro più inutile del mondo. Con tutto il rispetto per la scrittrice, per i traduttori, per la casa editrice..
Ma per me non sa ne di carne ne di pesce. Non mi ha lasciato nulla, quindi vi dico già da subito, che se volete leggere qualcosa di leggero, io vi consiglio di orientarvi su altro.

Keeley Jack vuole diventare una fashion designer. Ma si sa, la vita poi ti porta in tutt’altra direzione. Così come la vita ti porta a perdere l’amore della tua vita, in questo caso Gray.
Finché un giorno, con ormai i risparmi ridotti all’osso, la ruota inizia a girare. Conosce una ex modella russa, tale Dana, rimasta vedova da poco, a cui i vestiti ormai non interessano nulla. Per un caso fortuito, posto giusto momento giusto, Dana l’assume come stylist. Nel contempo viene ingaggiata, anche qui come stylist, in un programma televisivo “Vestiti nel tempo”. Il programma porta a mettere in risalto il lato più emotivo di modelle, o starlette, attraverso i vestiti.

Col primo lavoro, Keeley si destreggia bene, soprattutto quando Dana, le chiede una vera propria guida su quando mettere i vestiti da lei scelti. In questo modo Dana scoprirà il vero talento artistico di Keeley. Un punto sul quale, l’ex modella, punta molto.

Col lavoro in televisione è sempre brava, ma è difficile. i ritmi sono pazzeschi, la conduttrice, Terri, è veramente difficile (usiamo un eufemismo che è meglio) ma lei tiene duro. Non è facile, ma ce la fa. Anche se Terri, fa di tutto per metterla in difficoltà. La trova quasi inesistente, la trova poco adatta al lavoro.
Keeley nel frattempo inizia ad uscire con Austin, ma le cose alla fine non andranno per il verso giusto. Anche perché lei ha sempre in testa l’ex Gray.

Il tutto viene condito da un gruppo di amiche storiche, che tifa incondizionatamente per lei. Sempre e comunque,

Comunque, alla fine tutto, ma proprio tutto, gira bene, e ci sarà il bel finale. Ma… è tutto così scontato.. troppo scontato.. TROPPO. Mi spiace, non ce la faccio. Non mi è piaciuto!!