Mi spiace, ma proprio non ci siamo. Assolutamente no!
Se inizia a deludermi pure Sophie Kinsella sono rovinata!! Si sa che lei è un vero toccasana per me, leggerla quando non riesco a leggere nient’altro è per me una certezza.

Ma questa volta proprio no, non ci siamo.

Rebecca e Luke si trasferiscono per un breve periodo ad Hollywood, e come sempre Rebecca ha mille idee, soprattutto sullo shopping, su come spendere, ma anche su come diventare la personal shopper delle star. E vuole riuscirci da sola, senza l’aiuto del marito.

In questo volume, troviamo una vecchia conoscenza di Rebecca: Alicia. “La stronza dalle gambe lunghe” sembra essere una persona nuova, diversa, molto zen, new age. Ma lei, Rebecca, non è molto convinta, perfino la sua amica di sempre Suze, si farà aiutare da lei.

Rebecca si caccerà, come sempre, nei guai, ma.. questa volta manca qualcosa. Non è divertente, allegro, è molto poco convincente.
Manca la solita verve , del solito umorismo, è spento.
Ed in più il finale è aperto. Nei capitoli precedenti, la storia, si concludeva, adesso invece, fa intendere che per avere la fine della vicenda si deve leggere il capitolo successivo, che aspetterò a leggere.

Voi lo avete letto? Vi ritrovate nel mio pensiero? O sono io che ho toppato questa volta? Fatemelo sapere qua sotto!

 

 

Ok, lo ammetto, o riammetto dato che ne ho parlato anche nella rubrica del mese di gennaio: ho invertito i libri. Ho letto prima questo e poi per il baby.. come mi aveva detto un amico “only you…” 🙁

Comunque sia, archiviata la ginecologa delle star che voleva Luke, ci ritroviamo in avanti di due anni.

I ragazzi, Luke e Becky, non hanno ancora trovato casa e sono ancora dai genitori di Rebecca, e la situazione inizia ad essere insostenibile.

La piccola Minnie, ha due anni, e per lei è tutto “miooooooo” e i genitori non sanno come gestirla. Luke è molto provato, ha avuto un anno difficile, ha rotto ogni rapporto con la mamma biologica, Elinor, la matrigna purtroppo è stata portata via da una malattia, e il lavoro non va meglio.

Una crisi finanziaria incombe sul Regno Unito. Bisogna tirare le cinghie, ma soprattutto bisogna capre se Minnie è una bambina viziata.La piccola ha le idee chiare e sappiamo bene da chi ha preso. Quindi Becky diciamo che si “fa convincere” che la piccola abbia bisogno di una super tata, di quelle dei reality tv.

La crisi finanziaria tocca tutti, anche il lavoro di Becky, ma le conosciamo le sue idee brillanti, anche se questa volta le fa rischiare il posto di lavoro.

Questo episodio gira un po’ più intorno a Luke. Becky per ridargli il sorriso decide di organizzare una festa a sorpresa per il suo compleanno.
Ovviamente la cose le sfugge di mano, nonostante in tanti si propongano di aiutarla. In parte si fa aiutare dalla nuova segretaria di Luke.
Ma alla fine, Elinor, sì la glaciale Elinor, Si propone di aiutare Becky. Ma cosa più incredibile le chiede di rimanere nell’ombra.

 

i ripeto, come ogni volta con Sophie Kinsella: leggero, fresco, divertentissimo. 🙂

 

Ah dimenticavo, la sorella di Becky, Jess, torna dal Cile con delle grossissime novità 😉

Avevo lasciato Rebecca con un capogiro. Eh sì, lei e Luke aspettano un bambino/a. Il sesso lo scopriremo alla fine del libro. Luke vuole la sorpresa, e così sarà. Siamo ormai abituati alla dipendenza di Becky nello shopping, e sarà così anche in questa occasione.
Però la cosa divertente è vedere la situazioni attorno, cosa accadrà stavolta, quale crisi ci sarà, se sarà coniugale, lavorativa o entrambe.

In questo episodio la troveremo alle prese con lo shopping, inevitabilmente, per il nascituro. Acquisti esagerati, inutili e anche divertenti. Non sono incinta, ma ho scoperto un sacco di cose… ahahahahah marito sei avvisato!! buahahahah
Ma ci troviamo a vedere una Becky che lievita, la cui pancia diventa sempre più grande e una ginecologa mina le sue sicurezze. Perché? Perché  vuole suo marito, sono stati insieme durante l’università e lei trova Becky inadatta a lui, la trova sciatta. Venetia la fa diventare matta, Luke pensa che Becky stia dando i numeri, pensa che stia esagerando come il suo solito. Ma lui di certo non l’aiuta diventando, cupo, sfuggente e manda ancora più in crisi Becky.

Venetia passo dopo passo riesce quasi nell’intanto di minare le sicurezze di Becky, ma al momento “giusto” a Luke diventa tutto molto chiaro. In fondo lui e Becky si amano molto, nonostante le differenze.

Nel contorno della storia, vediamo gli sposi alle prese con la ricerca della casa nuova, il lavoro di Luke che non va. Troviamo la sorella di Becky sempre molto verde che si innamora, dell’uomo più insospettabile tra i personaggi della saga.
C’è anche il ritorno di Danny, lo stilista, e Suze forse ha capito che la sua cara amica Lulu non è proprio quello che dice di essere.

Come sempre mi sono divertita, ho riso molto ed ho passato ore in allegria. Ma inizio ad essere insofferente alle sessioni di shopping, ma tutto il contorno è, come sempre, molto divertente.

Dio, il parcheggio è proprio uno stress, tutti che continuano a suonarti. E poi è difficile entrare in retromarcia in un posto con tutta la gente che ti guarda e ti mette in imbarazzo. Dovrebbero capirlo, invece di starli a darsi gomito e a ridere. 

La saga continua, a rilento, ma continua. Diciamo che è la mia ancora di salvezza. Non avevo voglia di leggere nonostante i settecento ennemila miliardi di libri in lista, tanto lo so che capita anche a voi, non fate i furbi!!
Come uscirne? Massì prendiamo la Kinsella!!

Rebecca è in procinto di tornare dal viaggio di nozze. Eh poverina, un anno!! No, vi rendete conto?? Chi nn vorrebbe fare un viaggio di nozze lungo un anno in giro per il mondo? Daiii lo so che tutti lo vorrebbero. Il mio è durato 10 giorni, il vostro??

Comunque, Rebecca è pronta a tornare. E lo fa in anticipo sulla tabella di marcia. Sappiamo tutti cosa accade quando vogliamo fare un’improvvisata del genere! Il disastro è dietro l’angolo. Ed è quello che succede a Rebecca. Io la definirei una tragedia. Di sicuro avete già capito dal titolo. Rebecca ha una sorella. Sì non lo ha mai saputo, e i genitori lo hanno scoperto mentre lei era in giro per il mondo. Cosa c’è di più bello di scoprire dopo circa 230 anni di avere una sorella? Una sorella con cui fare tanto, tantissimo shopping!! Il pragmatico Luke le dice di andarci piano, che non è detto che sia come lei vorrebbe. E infatti… La sorella è l’opposto di lei. Vestiti comodi, magliette, scarpe basse, riciclatrice, ma soprattutto parsimoniosa!!

Eh sì, perché lei controlla ogni singolo pence speso, tiene i conti sotto controllo, proprio l’opposto di Rebecca che in viaggio di nozze ha comprato perfino due tavoli da pranzo, e vi assicuro che Luke non è molto felice. Tanto che decide di controllare personalmente ogni suo acquisto, e ovviamente lei non è proprio felice.

Rebecca, combina uno dei suoi soliti casini inerenti al lavoro di Luke (sta ragazza non ne fa una, che sia una, giusta)
Il rapporto con la sorella risulta più difficile e complicato del previsto, completamente diverse, opposte, e nonostante gli sforzi Becky non ottiene il risultato sperato.

Anche con l’amica Suze, le cose non vanno. La sua assenza di quasi un anno pare abbia cambiato un po le cose. La seconda gravidanza non vissuta insieme, lei lontana, ha portato Suze ad avvicinarsi ad una ragazza del luogo, e Becky si sente tagliata fuori.

Che ne sarà di Rebecca? In crisi con Luke, con Suze che l’ha messa da parte, senza un soldo, con una sorella opposta a lei e che non ne vuole sapere e sommersa dai souvenir, di ogni taglia, del viaggio di nozze? Riuscirà a cavarsela come sempre, ad avere il suo classico lampo di genio?
Riuscirà ad avere con Suze quella telepatia, classica da vere amiche, che la potrebbe salvare dal disastro totale?

 

Vi aspetto al prossimo capitolo!!!

Dio come mi piace il sesso riappacificatore.

“Becky quando si tratta di matrimonio, non sono mai semplici screzi”

“Questo è il mondo in cui viviamo oggi. Un mondo che si specchia in se stesso. Ossessionato dalla propria immagine.”

“E alla fine della giornata, cosa è più importante? Sapere che alcuni conti senza valore tornano, o sapere che sei la persona che volevi essere?

“Cinque secondi dopo aver varcato la soglia di Tiffany mi sento già meglio. Il mio battito comincia a rallentare. La mente gira meno vorticosa […] Audrey Hepburn aveva ragione: da Tiffany non può succedere nulla di brutto”

L’abito più bello che abbia mai indossato. So che non proverò mai più niente di simile in vita mia.

Evvivaaaaaaaaaaa!!! La mia amica si sposa!! 🙂 Beh non è che il libro si intitola così perché Rebecca partecipa ad una cena total white.. Dai lo capisce anche un bambino! 🙂

Dai ve lo confesso i primi tre libri della saga li avevo già letti, li sto rileggendo perché tra il compleanno e il Natale scorso ho comprato e mi hanno regalato il resto della saga, e così ho ricominciato da capo e li sto centellinando.
Altra confessione, al matrimonio ho ricevuto carta bianca, così i tavoli ho nominati con i titoli dei libri.. indovinate come si chiamava il mio??? Esatto, ma voi siete avanti: I Love Shopping in Bianco.. ok k, ora vi parlo del libro.

 

L’amica di Rebecca, Suze, si sposa con il cugino. Sì avete capito bene, non è un vero e proprio incesto, ma comunque… sapete come ha ricevuto la proposta? Al lancio del bouquet, ovviamente l’anello era un mezzo ai fiori… oooo che cosa romantica!!! (voi siete sposati? come avete ricevuto la proposta?)

Continua a leggere

Quando compri qualcosa hai la sensazione di essertelo realmente meritato.

Compra soltanto quello che ti serve e nient’altro. E’ questo il trucco dello shopping ragionato.

E’ proprio vero che quando ci si imbatte in un capolavoro non si può fare a meno di notarlo.

Voglio dire, che New York fosse piena di grattacieli altissimi lo sapevo, ovvio, ma è solo quando ti ritrovi in strada e alzi lo sguardo che ti rendi conto di quanto siano enormi.

Visitare per la prima volta un negozio è sempre eccitante.

“Non si accontenti. Lei è troppo giovane per fermarsi. Guardi dentro il suo cuore e insegua quello che realmente vuole.”

 

 

 

Eccoci qui per il secondo capitolo che ha come protagonista Rebecca Bloomwood.

Alla mia amica, eh sì ormai la considero tale, sembra andare tutto alla grande: i debiti sono ormai pagati, la vita con il suo bel Luke va bene, il lavoro pure… insomma.. che c’è da lamentarsi?? nulla!! Soprattutto se poi le si propone di trasferirsi. Non in una città qualsiasi, ma bensì New York.

Io ci sono stata in viaggio di nozze,  e vi assicuro che resistere alla voglia di shopping è davvero un’impresa ardua. Già solo entrare da Macy’s.. vabbé quindi, immaginatevi, se resistere per noi comuni mortali è dura, cosa potrebbe combinare la mia amica Rebecca? Ecco brave/i vi siete dati la risposta esatta!

Di certo per lei trasferirsi per seguire il suo amore, è un gran passo avanti per la relazione. Ma cosa farà lì? Non impensieritevi, Luke penserà anche a quello 🙂 chi non vorrebbe un fidanzato che pensa anche a quello?

Continua a leggere

Avete bisogno di leggerezza? andate al mare da sole per 15 giorni? Avete bisogno di allegria ei pomeriggi invernali di pioggia o di neve?
Leggete I Love Shopping!! Tutta la saga.
Perché vi ritroverete a ridere da sole e perché ridere fa bene all’anima.

Rebecca Bloomwood è una giovane donna che lavora come giornalista in una rivista economica, ma la sua aspirazione è un’altra. Lei vorrebbe lavorare scrivendo di moda, o comunque di guadagnare il più possibile. Bé che ci di male nel desiderarlo? Tutti vorrebbero guadagnare di più, ma per lei è un’esigenza abbastanza impellente. Ama fare shopping! per lei tutto ciò che vede nelle vetrine luccicanti  o con scritte saldi, è indispensabile, si ritrova a fare abbinamenti mentali, quando e in che occasione metterli, insomma una vera fashion victim sognante! Sì, perché gli piacciono i vestiti di marca, alla moda, ma tutto questo ha un prezzo, e lei è indebitata fino al collo, forse oltre! Ma lei non ce la fa. Nasconde le lettere, fa finta di non averle mai ricevute, ma tutto sommato non smette di comprare e quindi di spendere!!

Continua a leggere